lunedì 22 luglio 2019

It's time to play #4 | Assassin's Creed Origins - Primi 30 minuti di gameplay & recensione

Buongiorno a tutti, gamers! Con il post di oggi torniamo alle origini della rubrica, con i primi trenta minuti di gameplay di Assassin's Creed Origins. Okay, mi sono accorta solo ora della "battuta", LOL. XD
Ho deciso di parlarvene non solo per dire la mia su un gioco che è stato pesantemente criticato da alcuni gamer, ma anche perché Bayek è stato il mio compagno di avventure negli ultimi mesi, con attualmente ben 153 ore giocate. In realtà questo è il tempo complessivo di gioco compresi i due DLC del Season Pass, di cui non vi parlerò oggi. Questo articolo riguarda esclusivamente il gioco principale. Aaaah, grazie app Ubisoft Club! Mi hai aiutata a rendermi conto di quanto la storia di Origins mi abbia effettivamente coinvolta. Sicuramente il numero di ore salirà ulteriormente, in quanto ho completato la quest principale de La Maledizione dei Faraoni, ma non ho ancora completato il DLC al 100%, a differenza della campagna principale e del DLC Gli Occulti. Ma bando alle ciance, che le cose da dire non sono poche (come al solito, il dono della sintesi non abita nel mio corpo XD). Buona lettura. 


🎮 I PRIMI 30 MINUTI DI GIOCO 🎮

Oasi di Siwa, Egitto. 49 a.C.
L'abbagliante sole del deserto è il silenzioso testimone di un "piccolo" corteo formato da quattro elefanti e svariati soldati. La telecamera si sposta quasi subito su un'aquila in volo, permettendoci di vedere il deserto dall'alto. Seguendo l'aquila, chiamata Senu, vediamo Bayek passeggiare per le strade di Siwa, dove si stanno accalcando tutti per assistere al passaggio del corteo. Mentre Senu si appoggia al braccio del medjay, vediamo arrivare Aya, la moglie di Bayek. Come ci è subito chiaro, tutti conoscono e rispettano il loro medjay, in quanto membro dell'esercito egiziano e, di conseguenza, guardiano d'Egitto. Il corteo arriva finalmente alle porte di Siwa e scopriamo che la persona in visita è il faraone Tolomeo XIII. Dietro di lui si mostrano due figure mascherate e, nel vederle, Bayek s'insospettisce. Subito dopo la scena cambia e, tra le interferenze dell'Animus, vediamo in maniera confusa e frammentaria alcuni ricordi del medjay: gli stessi uomini mascherati, una colluttazione, una lama, Bayek che si oppone a qualcosa e poi più nulla.

mercoledì 3 luglio 2019

Recensione: "La corte di rose e spine" di Sarah J. Maas

Buongiorno a tutti, readers! Come vi avevo preannunciato nella recensione di Vite rubate, ogni tanto potrebbe capitarvi di leggere la mia opinione in merito a qualche libro. Be', quel giorno è arrivato. Muahahahahahahah! XD Purtroppo ultimamente sto leggendo davvero poco e non vi so dire se La corte di rose e spine non mi abbia soddisfatta per il periodo sbagliato o se invece la mia iper-criticità lo avrebbe trovato irritante in ogni caso. Probabilmente la seconda. XD Ma bando alle ciance, scoprirete tutto quello che penso nella mia recensione, nonostante il ritardo. Buona lettura. :)

Titolo: La corte di rose e spine
Autore: Sarah J. Maas
Editore: Mondadori
Pagine: 403
Prezzo: € 16,90
Data d'uscita: 19.03.2019
"Un paio di occhi dorati brillavano nella boscaglia accanto a me. La foresta era silenziosa. Il vento non soffiava più. Persino la neve aveva smesso di scendere. Quel lupo era enorme. Il petto mi si strinse fino a farmi male. E in quell'istante mi resi conto che la mia vita dipendeva da una sola domanda: era solo? Afferrai l'arco e tirai indietro la corda. Non potevo permettermi di mancarlo. Non quando avevo una sola freccia con me." Una volta tornata al suo villaggio dopo aver ucciso quel lupo spaventoso, però, la diciannovenne Feyre riceve la visita di una creatura bestiale che irrompe a casa sua per chiederle conto di ciò che ha appena fatto. L'animale che ha ucciso, infatti, non era un lupo comune ma un Fae e secondo la legge "ogni attacco ingiustificato da parte di un umano a un essere fatato può essere ripagato solo con una vita umana in cambio. Una vita per una vita". Ma non è la morte il destino di Feyre, bensì l'allontanamento dalla sua famiglia, dal suo villaggio, dal mondo degli umani, per finire nel Regno di Prythian, una terra magica e ingannevole di cui fino a quel momento aveva solamente sentito raccontare nelle leggende. Qui Feyre sarà libera di muoversi ma non di tornare a casa, e vivrà nel castello del suo rapitore, Tamlin, che, come ben presto scoprirà la ragazza, non è un animale mostruoso ma un essere immortale, costretto a nascondere il proprio volto dietro a una maschera. Una creatura nei confronti della quale, dopo la fredda ostilità iniziale, e nonostante i rischi che questo comporta, Feyre inizierà a provare un interesse via via più forte che si trasformerà ben presto in una passione dirompente. Quando poi un'ombra antica si allungherà minacciosa sul regno fatato, la ragazza si troverà di fronte a un bivio drammatico. Se non dovesse trovare il modo di fermarla, sancirà la condanna di Tamlin e del suo mondo...
VOTO:
★★½

venerdì 31 maggio 2019

Quarta Tappa Blogtour: "La Leggenda di Kingdom Hearts: Volume I – Creazione" di Georges "Jay" Grouard 🗝 Il mondo del gaming: intervista a KuroLily

Buongiorno a tutti, gamers e readers! Siamo di nuovo qui, su Feeling Reading, per parlare ancora del libro in uscita il 6 Giugno per la Multiplayer Edizioni, acquistabile questo mese solo in esclusiva sul loro sito (lo ricordo): La Leggenda di Kingdom Hearts: Volume I – Creazione di Georges "Jay" Grouard. Oggi affronteremo una tappa speciale, la quarta di questo lungo (ma spero anche per voi bellissimo e magico) BlogTour dedicato ad un saggio, ad una guida, a questo incredibile mondo nato dalla mente di Tetsuya Nomura. E come organizzare un'iniziativa del genere, senza parlare proprio con qualcuno che il mondo del gaming lo ha nel sangue? Ecco perché qui con noi c'è KuroLily, che ha gentilmente risposto "alla mia chiamata", accettando di venire intervistata da me per tutti voi. Ma andiamo con ordine, e prima di concentrarci sulla tappa, parliamo un po' di lei (anche se dubito che ci sia qualcuno, interessato a questo mondo, che non la conosca!).

Sara Stefanizzi aka Kurolily è una variety streamer sulla piattaforma di Twitch dal 2013. Sul suo canale potrete trovare qualsiasi tipo di videogioco, mmorpg, horror, avventure punta e clicca, indie, trading card game e tantissimi altri generi. Spesso intrattiene i suoi spettatori con letture di vario genere e giochi di ruolo.
Si sposta successivamente anche su YouTube, dove cerca di incrementare il suo già vastissimo pubblico, e ci riesce piuttosto bene. Personalmente, l'ho scoperta diversi anni fa proprio su YT grazie ad un gioco Pokémon per il 3DS, e da quel momento non ho più smesso di seguirla. Sara sa intrattenere, è una ragazza frizzante e ironica (e auto-ironica) e le sue dirette sono sempre sensazionali. Riesce, qualunque cosa faccia, a strappare un sorriso, e credo che questo sia un grandissimo pregio per il lavoro che fa quotidianamente sui suoi canali. Non perde l'occasione di intrattenere i suoi follower anche su Instagram, sul quale pubblica esilaranti Stories e li tiene quotidianamente aggiornati sulle sue dirette streaming e sulle novità che acquista e gioca. Ad oggi vanta la bellezza di quasi 60.000 iscritti su YouTube, 88.000 iscritti su Switch e ha un seguito di poco più di 19.000 su InstagramFra le sue passioni ci sono anche gli anime e manga, il Cosplay e la lettura. La potete trovare anche su Facebook, basta cliccare su questo indirizzo.

Insomma, come si fa a non apprezzarla? E se non la conoscevate, correte a cliccare sui suoi canali... vi assicuro che non ve ne pentirete!
E adesso partiamo finalmente con la nuova tappa di questo BlogTour. Come sempre, prima vi pubblico un po' di informazioni del libro in uscita e, subito dopo, vi lascio l'intervista di Sara, che ringrazio ancora tantissimo per aver partecipato

Titolo: La leggenda di Kingdom Hearts: Volume I  Creazione
Autore: Georges "Jay" Grouard
Editore: Multiplayer Edizioni
Pagine: 384
Prezzo: € 24,90
Data d'uscita (esclusiva multiplayer.com): 06.06.2019
Data d'uscita per altre piattaforme e librerie: 12.09.2019
Tetsuya Nomura deve la sua popolarità ai personaggi che ha disegnato per la serie di Final Fantasy. Tuttavia, è molto più di un semplice character designer. Il suo coinvolgimento e la sua influenza sono tangibili nel cuore di Square Enix e persino nell’intera industria giapponese dei videogiochi. Con il tempo, è riuscito e non senza malizia, a convincere il più grande impero dell’intrattenimento mondiale, ovvero Disney, a piegarsi al suo genio per dare vita a una delle opere più significative del nostro tempo. Era davvero impossibile concentrare tutto in un unico libro e ignorare ogni minimo dettaglio della genesi di Kingdom Hearts. Il Volume I, vi racconterà tutto quello che c’è da sapere sull’origine di questa serie, unica nel suo genere.

🗝 INTERVISTA A KUROLILY 🗝


FeelingReading: Ciao Sara, meglio conosciuta come KuroLily, benvenuta nel mio blog! Grazie davvero tantissimo per aver accettato di partecipare a questo BlogTour e a questa intervista, spero che ti troverai bene con me, con noi, follower compresi :)
KuroLily: Ciao a tutti, grazie per il benvenuto e per l’intervista!

1FR: Iniziamo parlando un po' di te. Chi è Sara e/o KuroLily? Quando hai iniziato a giocare? E cosa rappresenta per te il mondo del gaming?
KL: Sono una giocatrice piuttosto vorace fin da quando ero bambina, ho sempre passato larghissima parte del mio tempo libero a videogiocare fin da quando ho memoria. La mia passione è nata sul Gameboy, ma mi sono spostata molto presto (a nove anni) su pc, la piattaforma che prediligo tuttora. Il mondo del gaming mi ha tenuto compagnia fin dall'infanzia, possiamo dire di essere cresciuti insieme ed è sicuramente una delle mie più grandi passioni, seconda solo a quella per i libri.

mercoledì 29 maggio 2019

Seconda Tappa Blogtour: "La Leggenda di Kingdom Hearts. Libro I: Creazione" di Georges "Jay" Grouard | Guida al mondo di Kingdom Hearts: curiosità sulla saga e glossario della terminologia

Buongiorno a tutti, gamers e readers! Il post di oggi riguarda la 2^ tappa del blogtour dedicato alla Leggenda di Kingdom Hearts. Per chi fosse interessato a conoscere la storia della Dark Seeker Saga fino a Kingdom Hearts III, può trovare sia il riassunto spoiler free che il riassunto completo e dettagliato qui. Da grandissima fan non potevo assolutamente perdermi quest'occasione, soprattutto perché ho pregato per anni e in tutte le lingue del mondo che qualcuno ci scrivesse un libro. Finalmente le mie preghiere sono state ascoltate! XD Questo però non è un semplice romanzo, bensì una guida molto più dettagliata non solo della storia in sé, ma anche di tutto ciò che sta dietro il videogioco, oltre che a parlarci di Tetsuya Nomura, la geniale mente dietro a Kingdom Hearts.
Nella tappa di oggi troverete il vasto glossario della terminologia, oltre ad alcune curiosità. Siete pronti? :)


Titolo: La Leggenda di Kingdom Hearts. Libro I – Creazione
Autore: Georges "Jay" Grouard
Editore: Multiplayer Edizioni
Pagine: 432
Prezzo: € 24,90
Data d'uscita: 06.06.2019
Tetsuya Nomura deve la sua popolarità globale ai personaggi che ha disegnato per la serie di Final Fantasy. Tuttavia, è molto più di un semplice character designer. Il suo coinvolgimento e la sua influenza sono tangibili nel cuore di Square Enix e persino nell'industria giapponese dei videogiochi. Con il tempo, è riuscito e non senza malizia, a convincere il più grande impero dell’intrattenimento mondiale, ovvero Disney, a piegarsi al suo genio per dare vita a una delle opere più significative del nostro tempo. Era impossibile concentrare tutto in un unico libro e ignorare ogni minimo dettaglio della genesi di Kingdom Hearts. Il Libro I, di oltre quattrocento pagine, vi racconterà tutto quello che c’è da sapere sull'origine di questa serie, unica nel suo genere.

🎮 GLOSSARIO 🎮

Armatura del Keyblade: speciale armatura che protegge interamente dall'Oscurità il Guerriero che la indossa.
Catena Regale: speciale Keyblade nato nel Reame della Luce in grado di sigillare i Keyholes. Originariamente destinato a Riku, ora appartiene a Sora.
Catena Regale D.: speciale Keyblade nato nel Reame dell'Oscurità. Trovato da Aqua e Topolino nelle Isole del Ricordo, è l'opposto della Catena Regale. Appartiene a Re Topolino.
Chirity: creatura dalle fattezze di un gattino antropomorfo. È la guida di alcuni Guerrieri del Keyblade.
Cimitero dei Keyblade: luogo dove ebbe luogo la Guerra dei Keyblade.
Codificatore: apparecchio creato da DiZ per digitalizzare un Kingdom Hearts artificiale.
Corridoio dell'Oscurità: speciale passaggio oscuro che permette a chi utilizza il potere dell'Oscurità di spostarsi molto velocemente da un mondo all'altro. Pericoloso per coloro che non usano tale potere, in quanto è in grado di contaminarne i cuori.
Custode/Eroe del Keyblade: prescelto in grado di impugnare un Keyblade. Può essere scelto sia da un Maestro che poi ne segue l'addestramento, oppure dall'arma stessa.
Data-Sora: copia digitale di Sora creata da Re Topolino con l'obiettivo di scoprire i segreti del cybermondo creato dai dati del Grillario.
Denti di Leone: gruppo di Guerrieri del Keyblade particolarmente resistenti all'Oscurità, radunati dalla Maestra Ava. Non avendo partecipato alla Guerra dei Keyblade per volere di quest'ultima, furono gli unici Custodi a sopravvivere.
Divorasogni/Dream-Eaters: creature esistenti esclusivamente nel Reame dei Sogni, si cibano dei sogni altrui. Creati dal Maestro dei Maestri, inizialmente vivevano nel Reame della Luce. Divisi in due categorie, ovvero Spiriti (benevoli e divoratori di Incubi) e Incubi (maligni e divoratori di sogni e Spiriti).
Era delle Fiabe: epoca in cui tutti i mondi erano collegati tra di loro formandone uno unico, protetto dalla luce di Kingdom Hearts. Finì quando il mondo allora conosciuto venne distrutto dopo la scomparsa di quest'ultimo. I piccoli frammenti di Luce rimasti nei cuori dei bambini riuscirono a salvare il mondo, senza però riuscire ad impedirne la frammentazione, generando i mondi oggi conosciuti, purtroppo scollegati tra loro.
Esame per il Simbolo di Maestria: prova alla quale devono sottoporsi tutti i Custodi del Keyblade dopo anni di addestramento per diventare Maestri. La prova viene scelta personalmente dal Maestro e consiste nella valutazione sia della forza fisica che della forza del cuore del Custode a resistere all'Oscurità.
Frutto Paopu: frutto a forma di stella originario delle Isole del Destino. Ha un grande significato simbolico in quanto, secondo la leggenda, se due persone ne condividono uno resteranno legati a vita.
Ghiacciolo al sale marino/Gelato salmastro: estremamente particolare e molto apprezzato nell'universo di Kingdom Hearts, tanto da diventarne un simbolo. Sia dolce che salato e di colore azzurro, viene venduto principalmente a Radiant Garden e a Twilight Town.
Grillario: enciclopedia interna del gioco, è il diario dove il Grillo Parlante annota tutto ciò che riguarda l'avventura di Sora.
Guardiani della Luce: gruppo di sette Custodi del Keyblade il cui compito è quello di salvare il Reame della Luce da Xehanort.
Guerra dei Keyblade: importantissima guerra tra Custodi del Keyblade che ha portato alla distruzione del χ-blade, alla sparizione di Kingdom Hearts e alla fine dell'Era delle Fiabe.
Gummiblock: materiali Gummi utilizzati dai Moguri per creare e potenziare le Gummiship. Di consistenza elastica e gommosa, variano di forme, dimensioni, colori e proprietà specifiche.
Gummiship: principale mezzo di trasporto nell'universo di Kingdom Hearts. Buffe navi spaziali composte interamente da Gummiblock, utilizzate per viaggiare attraverso i mondi. Più lente ma più sicure rispetto ai Corridoi dell'Oscurità.
Heartless: trasformazione dell'Oscurità presente nei cuori delle persone. Diventa un essere corporeo nel momento in cui qualcuno perde il proprio cuore.
Incubo Chirity: versione oscura Chirity come prova di un cuore corrotto dall'Oscurità. Unico Divorasogni Incubo in grado di parlare.
Keyblade: potenti armi estratte dai cuori delle persone, create ad immagine e somiglianza del χ-blade dal Maestro dei Maestri. Esistono svariati tipi di Keyblade, ognuno del quale è unico nel suo genere. Ogni Keyblade ha un nome e la forma ricorda quella di una grossa chiave.
Keyholder: particolari portachiavi attaccati ad un'estremità del Keyblade, ne determinano aspetto e/o forza. Non tutti i Keyblade possono supportare i Keyholder.
Keyhole: serratura del Cuore di un mondo.
Kingdom Hearts: enorme cuore luminoso nel cielo, fonte infinita di saggezza e potere. Scomparso dopo la Guerra dei Keyblade a seguito della distruzione del χ-blade.
Libro delle Profezie: grosso tomo scritto dal Maestro dei Maestri dove vi erano predetti gli eventi futuri. La profezia più importante riguardava la Guerra dei Keyblade.
Maestri del Keyblade: valorosi Custodi del Keyblade che, dopo anni di addestramento, hanno superato l'Esame per il Simbolo di Maestria. Tra i compiti dei Maestri vi sono l'addestramento di nuovi Custodi e la difesa del Reame della Luce dall'Oscurità. Hanno poteri speciali superiori a quelli dei semplici Custodi.
Maestro dei Maestri: prima persona nell'universo di Kingdom Hearts ad aver impugnato un Keyblade. È l'autore del Libro delle Profezie ed ex Maestro dei Veggenti. Figura enigmatica di cui nessuno conosce né il nome né l'aspetto fisico.
Memory Pod: speciale guscio creato da Naminé per permettere a Sora di recuperare i ricordi.

Meridiano Oscuro: spiaggia desolata ai confini del Reame dell'Oscurità.
Mondi Dormienti: mondi caduti in uno stato di sonno profondo. Originariamente appartenenti al Reame della Luce o del Crepuscolo.
Mondi Perduti: mondi distrutti dagli Heartless.
Munny: moneta corrente all'interno dell'universo di Kingdom Hearts.
Nesciens/Unversed: creature oscure nate dalle emozioni negative di Vanitas.
Nessuno/Nobody: ciò che rimane di un corpo privo di cuore, ovvero dopo la nascita di un Heartless. Sono dei gusci vuoti senza sentimenti né ricordi. Alcuni Nobody mantengono una propria volontà come frammento di ciò che erano prima della trasformazione, ma accade solo se la persona originale (Qualcuno) aveva un cuore particolarmente forte. Sono esseri incompleti che mirano ad avere un cuore e tornare ad essere completi.
Occhio Che Scruta/Innominata: primo Keyblade creato, estratto dal cuore del Maestro dei Maestri.
Ordine: divieto per i viaggiatori di menzionare altri mondi così da mantenere l'ordine naturale delle cose. Questo avviene da quando i mondi sono scollegati tra di loro.
Organizzazione XIII: gruppo formato da tredici potenti Nobody guidati da Xemnas. Il loro scopo è quello di creare un Kingdom Hearts artificiale per poter attingere al suo potere e tornare ad essere completi. In realtà questa Organizzazione è un surrogato della Vera Organizzazione XIII ideata da Xehanort.
Potere del Risveglio: permette di svegliare o curare i cuori altrui. Viene ottenuto da un Custode del Keyblade che, dopo essere entrato nel Reame dei Sogni, ne libera i mondi caduti in uno stato di sonno profondo. Un uso non corretto di tale potere permette di viaggiare attraverso i mondi e salvare i Cuori perduti per sempre, ma il prezzo da pagare è terribilmente alto.
Prescelto del Keyblade: persona in grado di impugnare un Keyblade senza essere stato scelto da un Maestro, in quanto scelto dall'arma stessa.
Principesse del Cuore: sette ragazze dal cuore di pura Luce. Rappresentano i sette frammenti di Luce generati dalla distruzione del χ-blade. Le Principesse del Cuore, nel momento in cui assolvono il loro compito, possono passare il testimone ad altre generando le cosiddette Nuove Luci.
Qualcuno: persona originale di un Nobody.
Reame del Crepuscolo: uno dei quattro Reami esistenti nell'universo di Kingdom Hearts. È formato dai mondi che non appartengono né al Reame della Luce né a quello dell'Oscurità. Questi mondi stanno nel mezzo, in perfetto equilibrio tra i due. Il Reame del Crepuscolo rappresenta un porto sicuro per coloro i cui mondi vengono inghiottiti dall'Oscurità. La Città di Mezzo (Traverse Town) fa parte di questo Reame.
Reame della Luce: uno dei quattro Reami esistenti nell'universo di Kingdom Hearts. È formato da molteplici mondi che possiedono un Cuore e quindi dotati di vita propria. I mondi riescono a vivere proprio grazie a questo Cuore, nascosto dietro ad un Keyhole. Se dovesse essere divorato dagli Heartless, il mondo in questione sparirebbe nell'Oscurità insieme ai suoi abitanti. Solo coloro che possiedono un cuore molto forte sono in grado di salvarsi, finendo nella Città di Mezzo. Il Reame della Luce è il più popolato dei quattro.
Reame dell'Oscurità/Mondo Oscuro: uno dei quattro Reami esistenti nell'universo di Kingdom Hearts. Generalmente abitato da Heartless e altre creature oscure, è il più grande e pericoloso dei quattro. Il tempo scorre in maniera diversa rispetto agli atri, chi vi rimane intrappolato inizia gradualmente a perdere i ricordi e pian piano la concezione di sé. Il Meridiano Oscuro rappresenta uno dei suoi confini.
Reame dei Sogni: uno dei quattro Reami esistenti nell'universo di Kingdom Hearts. In origine era un Reame vuoto, ma a seguito della caduta di alcuni mondi in uno stato di sonno profondo, i Mondi Dormienti sono entrati a farne parte. È il Reame più piccolo dei quattro.
Replica: copia creata da Vexen. Guscio vuoto pronto ad ospitare un cuore.
Shadow: forma base degli Heartless.
Simili: forma base dei Nobody.
Sonno Profondo: stato in cui versano alcuni mondi che, dopo essere stati liberati dall'Oscurità, non sono riusciti a tornare nel Reame della Luce.  Gli abitanti dei Mondi Dormienti si addormentano a loro volta.
Tredici Tramiti/Tredici Oscurità: incarnazioni e/o versioni di Xehanort in cui vi risiedono i tredici frammenti del suo cuore. Rappresentano la Vera Organizzazione XIII in quando quella creata da Xemnas ne era un surrogato. Rappresentano inoltre i tredici frammenti di Oscurità generati dalla distruzione del χ-blade.
Trio: mosse particolari utilizzate da Sora, Paperino e Pippo esclusivamente quando sono insieme, nei pressi di particolari simboli. Sono presenti solo nel primo capitolo della Dark Seeker Saga.
Trovavia: talismano magico creato utilizzando delle conchiglie di Thalassa. Questi portafortuna un tempo erano molto diffusi alla Terra di Partenza, oggi lo sono nelle Isole del Destino.
Tuffo nel Cuore: luogo misterioso formato da varie Stazioni.
Unioni: cinque clan formati da Custodi del Keyblade, ognuna delle quali è guidata da un Veggente. Le Unioni sono Unicornis (Ira), Ursus (Aced), Anguis (Invi), Leopardos (Gula) e Vulpeos (Ava).
Viaggio nel Tempo: è possibile solo nel momento in cui il viaggiatore non possiede più un corpo materiale, ma possiede una versione di sé da raggiungere.
Veggenti/Maestri Perduti: cinque Maestri del Keyblade, discepoli del Maestro dei Maestri. Governavano il mondo di Daybreak Town e avevano l'incarico di fondare cinque Unioni con lo scopo di evitare la Guerra dei Keyblade. I cinque Veggenti erano Ira (Unicornis), Aced (Ursus), Invi (Anguis), Gula (Leopardos) e Ava (Vulpeos). La Maestra Ava creò i Denti di Leone. Dopo la Guerra dei Keyblade cinque Custodi tra i Denti di Leone ne presero il posto. Questi "Nuovi Veggenti" erano ufficialmente chiamati Capi delle Unioni.
χ-blade: primo e più potente Keyblade di tutti, protettore di Kingdom Hearts. Andò distrutto durante la Guerra dei Keyblade, frammentandosi in venti pezzi, tredici di pura Oscurità e sette di pura Luce.

mercoledì 22 maggio 2019

Blogtour: "Cosa resta dell'estate. Storie d'amore lunghe un anno" a cura di Stephanie Perkins | Tim Federle

Buongiorno a tutti, readers! Il blog torna oggi, non ci crederete mai, con una nuova recensione *rullo di tamburi* No, non state sognando xD. Ebbene sì, ma questo post è un po' diverso dal precedente: oggi parliamo (e lo dico a gran voce al plurale, poiché il post è una collaborazione fra me (Samantha, la admin... sì, sono io, non sono morta!) e Bontix. Francesca si è occupata della recensione del racconto, io di tutto il resto — quindi intro, conclusioni e breve biografia dell'autore. Avrete già capito che sto parlando di una nuova tappa del BlogTour di Cosa resta dell'estate, raccolta di racconti pubblicata da DeA Planeta a cura di Stephanie Perkins. La novella di cui vi parliamo è Souvenir di Tim Federle ma, prima di passare alla recensione vera e propria, voglio raccontarvi prima di tutto chi l'autore.


TIM FEDERLE

Timothy Michael Federle è nato a San Francisco ed è cresciuto a Pittsburgh, ha iniziato a fare audizioni a New York da teenager, prendendo poi parte a ben cinque musical di Broadway. Better Nate That Ever, ispirato al proprio vissuto, è il suo romanzo d’esordio. Romanziere e sceneggiatore teatrale, i suoi lavori più noti includono anche il ricettario cocktail Tequila Mockingbird e il premio Golden Globe candidato agli Oscar per il miglior film d'animazione, Ferdinand.
Fra i suoi maggiori titoli di successo, sono stati tradotti in Italia, almeno per il momento, solo due romanzi:

Meglio Nat che niente. Quando scappa di casa nel cuore della notte, diretto a New York, il tredicenne Nat Foster sa di non avere niente da perdere. Nel piccolo paese in cui è cresciuto nessuno approva la sua passione per il canto: a scuola tutti lo prendono in giro e a casa i genitori hanno occhi soltanto per il fratello maggiore Anthony, campione nello sport. L'unica a capire il talento di Nat è Libby, la sua migliore amica, e proprio lei lo spinge a partire all'avventura: stanno per cominciare le audizioni per E. T. - Il Musical, e chi più di Nat meriterebbe di avere una parte nello spettacolo? Al provino però la concorrenza è davvero agguerrita e non mancano gli imprevisti, tra cui l'arrivo dell'eccentrica zia Heidi. Ma Nat non si arrende, è deciso a lottare fino all'ultimo per conquistare il suo posto... nello straordinario pianeta del musical!

La vita nonostante tutto. Quinn avrebbe tutte le carte in regola per un'estate esplosiva: sedici anni, una bella faccia, tante idee e un grande talento per il cinema. Il suo sogno: scrivere sceneggiature di successo per Hollywood. Sono anni che si prepara insieme a sua sorella Annabeth: lui scrive e lei dirige. Peccato che, qualche mese prima, il tempo si sia fermato. Un brutto incidente gli ha portato via Annabeth e il futuro che aveva immaginato. Ma non si può toccare il fondo per sempre, e a volte basta un primo passo per ricominciare: andando controvoglia a una festa, per esempio, può capitare di conoscere il ragazzo più figo del mondo. Può capitare anche di innamorarsi. E se il ragazzo è più grande di te, va già al college e presto se ne tornerà a casa, be'... il grande casino della vita è dietro l'angolo, pronto a riconquistarti. Nonostante tutto.

IL ROMANZO (RACCONTO)

Titolo: Cosa resta dell'estate. Storie d'amore lunghe un anno
Autore: Stephanie Perkins
Editore: DeA Planeta
Pagine: 416
Prezzo: € 16,50
Data d'uscita: 21.05.2019
Ogni estate ha la sua storia d’amore. Sei pronta per la tua? C’è forse un momento migliore dell’estate per innamorarsi? Sicuramente no. Ne sono convinti anche Veronica Roth, Cassandra Clare e altri dieci autori bestseller internazionali che ci regalano una raccolta di racconti indimenticabili. Dodici racconti romanticissimi uniti dal doppio fil rouge dell’estate e dell’amore. Una lettura perfetta per sognare passeggiando al chiaro di luna, guardando un tramonto o facendosi accarezzare dalla brezza del mare. Frizzante come una bibita fresca e avvolgente come il sole d’agosto.
Dodici storie d’amore firmate da autori di fama internazionale, tra cui le due autrici bestseller Cassandra Clare e Veronica Roth, Stephanie Perkins, Jennifer E. Smith, Nina La Cour, Leigh Bardugo, Francesca Lia Block, Libba Bray, Brandy Colbert, Tim Federle, Lev Grossman, Jon Skovron.
 VOTO:
★★½