mercoledì 31 luglio 2019

ADVICES READING #4 | Consigli di lettura per questa (afosa) estate ☀

Buongiorno a tutti, readers! Siamo già a metà settimana, ma questo caldo insopportabile sembra non voler lasciarci un attimo di respiro :/ Quando arriva l'autunno? >.< Come promesso, ecco a voi un altro post a tema libri... E quale poteva essere il migliore, se non i consigli di lettura per questa afosa estate? Non si tratta per forza di libri "da ombrellone" (che brutto termine tra l'altro), anche perché ognuno ha i propri gusti e pareri, quanto più di consigli letterari che potrebbero rendere ancora più piacevole la vostra permanenza in spiaggia (o in montagna, al lago, in giro per le città... xD). Come sempre, i titoli che troverete di sotto non sono necessariamente nuove uscite, ma una novità c'è sicuramente: per questo articolo e, probabilmente, anche per i prossimi, i romanzi non saranno solo tre, bensì sei, perché Bontix ha deciso di unirsi a noi e consigliarvi tre letture che non potete assolutamente lasciarvi scappare! Pronti? Allora partiamo ❤

I CONSIGLI DI SAM

PRENDIMI PER MANO PRINCIPE AZZURRO PER UN GIORNO BEGIN AGAIN

Lo ammetto, inizialmente il primo libro che vedete qui sopra non era pensato per questo giro di consigli. Non perché sia un romanzo che non abbia amato particolarmente, tutto il contrario (infatti l'ho divorato!), quanto più perché alla mente me n'era saltato su un altro... salvo poi ricordarmi che la casa editrice italiana non ha mai pubblicato il secondo, e ultimo, volume. Ma lasciamo perdere i miei giri mentali e torniamo a noi.
Prendimi per mano di Sarina Bowen è un romanzo che mi ha letteralmente stregata. Mi sono innamorata della storia di Corey e Hartley e delle tematiche trattate nel libro. Ho amato il modo in cui la scrittrice ha utilizzato l'argomento della paralisi di Corey per spiegare come, al mondo, le persone sulla sedia a rotelle vengono viste e trattate in modo diverso, come se fossero cuccioli bisognosi d'affetto. E, ammettiamolo, questo è un difetto che accomuna un po' tutti. E l'introspezione dei personaggi, dettaglio per me molto importante in una storia, m'è piaciuta davvero tantissimo. Insomma, leggetelo, se non lo avete ancora fatto, e fatemi sapere cosa ne pensate voi.
Il secondo libro che vi consiglio è Principe azzurro per un giorno di Kasie West. Non avevo molte aspettative su questo romanzo. Non so perché, ma la trama al primo sguardo non mi aveva lasciato quella voglia di leggerlo assolutamente. Poi l'ho cominciato e mi sono data della deficiente, perché questo romanzo seppur leggero è favoloso. Un po' YA, un po' commedia adolescenziale e un po' romanzo di formazione. Lo stile della West l'ho trovato perfetto per questa storia: comico e ironico, ma anche profondo e introspettivo. E si legge che è un piacere, merito della scrittura scorrevole e di un linguaggio diretto, riflessivo e a tratti sarcastico. E anche in questo caso ho molto apprezzato il background dei personaggi. Non ci sono grossi drammi, la lettura fa nascere un sorriso e quando i personaggi evolvono e maturano è sempre una gran cosa e anche un piccolo insegnamento di vita.
Terzo e ultimo libro di cui parliamo oggi è Begin Again di Mona Kasten. Fra i miei consigli credo sia anche il più recente xD E lo consiglio caldamente a tutti perché è quello che io chiamo "romanzo alla vecchia maniera". Leggendo per la primissima volta la trama, ho pensato: «Idea carina, una storia leggera, dai», ma quando ho avuto il libro fra le mani e ne ho cominciata davvero la lettura mi sono ricreduta in pochi capitoli. La storia di Kaden e Allie riscopre un po' il vecchio modo di scrivere: quando non erano le scene di sesso ad essere importanti, ma l'introspezione dei personaggi e il loro passato. La volontà di entrambi di conoscersi, di capire realmente l'altro, scoprendosi pian piano. Ed è bastato questo a farmi innamorare perdutamente di questa scrittrice, del suo romanzo e dei suoi protagonisti. Non posso far altro che consigliarvi vivamente la lettura di questo libro. È un romanzo che mi ha fatto battere il cuore, che mi ha fatto ridere e che è riuscito a lasciarmi a bocca aperta. Leggetelo, perché vi assicuro che ne vale la pena.


✓ I CONSIGLI DI BONTIX

CINDER PRIMA IL CUORE VERTIGO

Dopo aver rimandato la lettura per anni, finalmente mi sono decisa ad iniziare le Cronache Lunari e mi sto maledicendo da giorni per averci messo così tanto ad iniziare Cinder, di Marissa Meyer. Sono la prima ad essere stupita di quanto questa storia mi abbia emotivamente coinvolta, perché non mi capitava da anni. Mi sono innamorata di Cinder e Kai dal primo capitolo e non credo di aver mai shippato così tanto due personaggi come shippo loro due. Cinder è così tenera nel suo essere un outsider, uno scarto della società per il semplice fatto di essere per metà cyborg. L'adoro, perché è più forte di quanto non creda. Kai è così dolce e gentile e premuroso e ho ancora gli occhi a cuoricino per il modo in cui la tratta. Non sono una di quelle persone che ama incondizionatamente la Disney e onestamente non me ne frega nulla che questi libri siano dei retelling, perché li amo a prescindere dalle favole dal quale sono tratti. La Meyer è riuscita a rendere unica la storia, così come sono unici i suoi protagonisti. Non smetterò di ringraziare la mia Evil Queen per avermi convinta a smetterla di rimandare la lettura di questa meraviglia e lo faccio utilizzando le stesse parole che mi ha scritto in chat: «Fatevi un favore. Leggetelo. E amate Thorne.»
N.B. Carswell Thorne è un personaggio che compare per la prima volta in Scarlet, il secondo libro della quadrilogia.
Incuriosita dalla splendida cover prima e dalla trama poi, Prima il cuore di Jessi Kirby è stato uno dei pochi libri che ho letto subito dopo essere uscita dalla libreria. Non ero preparata alle emozioni che questa dolcissima storia mi avrebbe regalato. Visti i capitoli iniziali, ammetto di aver pensato che sarebbe stata una lettura piuttosto pesante dal punto di vista emotivo. Be', mi sbagliavo. Una volta scacciate le lacrime, l'ho divorato in un paio di giorni. La Kirby è stata brava a rendere leggera, ma allo stesso tempo d'impatto, una storia basata sulla rinascita, sulla voglia di vivere e l'amore tra due ragazzi. Perché sono proprio queste tre cose il cuore del romanzo.
Dulcis in fundo, non potevo non consigliare il libro che mi ha permesso di conoscere la penna della mia autrice italiana preferita, colei che considero la Regina Italiana del romantic suspance: Monica Lombardi. Proprio per questo motivo in realtà consiglio l'intera serie del GD Team, non solo Vertigo (con la nuovissima cover). Il plot è un mix tra il romance e la spy story, quindi non ci si annoia mai. Le parti romantiche e quelle con più azione sono dosate alla perfezione, permettendo al lettore di riprendere fiato prima di tornare in missione con i protagonisti, che sono una bomba. Non parlo solo degli uomini del Team, che sono fenomenali, ma anche delle donne. Scordatevi la bella donzella che dev'essere salvata dal cavaliere con la scintillante armatura su un cavallo bianco. Qui le donne si salvano da sole, perché le badass non hanno bisogno di uno sfigatello in calzamaglia. È impossibile non affezionarsi a tutti i personaggi, perché il team è una famiglia e dopo un po' anche il lettore inizierà a farne parte.

E questo è tutto anche per oggi!
Fateci sapere se conoscete qualcuno di questi titoli, se li avete letti e concordate o meno con i nostri pareri. E se avete altri romanzi da consigliarci, a noi e ai nostri follower, ricordatevi di commentare sotto il post lasciando i vostri consigli di lettura xD
Un bacione grandissimo da me e Bontix! Alla prossima,
Feeling Reading

mercoledì 24 luglio 2019

Anteprima: "Nevernight" di Jay Kristoff | Arriva a settembre, la trilogia che ha stregato il mondo!

Buongiorno a tutti, readers! Dopo diversi post legati al mondo del gaming (che io amo!) e un paio di recensioni, torniamo a parlare un po' di uscite libresche... prima di andare in vacanza xD perché sì, come ogni anno anche Feeling Reading chiuderà i battenti per qualche settimana, sfruttando questo periodo anche per rimettere un pochino a posto la grafica (che, ammettiamolo, non viene cambiata da un botto di tempo xD). Ma bando alle ciance! Sembra proprio che la Mondadori abbia deciso di portare in Italia una trilogia che, nel corso degli anni, ha già stregato un sacco di lettori in tutto il mondo. Scritta dalla penna — o tastiera — di Jay Kristoff sto parlando, come avrete capito anche dal titolo del post, della trilogia di Nevernight, che troverete in ebook e cartaceo a partire dal 3 settembre! E le novità non finiscono qui, perché la casa editrice pubblicherà lo stesso giorno tutti e tre i volumi. Insomma, perché aspettare ancora per leggere questa saga che promette meraviglie? Di seguito trovate tutte le copertine, ma trascrivo soltanto la trama del primo volume... per evitare di incappare in spoiler indesiderati xD

Nevernight. Mai dimenticareNevernight. I grandi giochiNevernight. Alba oscura

Nevernight. Mai dimenticare  (1) | Jay Kristof |
Mondadori | € 20,00 | Trilogia | 03.09.2019
In una terra dove tre soli non tramontano quasi mai, un'apprendista assassina entra a far parte di una scuola di assassini, in cerca di vendetta contro i poteri di coloro che hanno distrutto la sua famiglia. Figlia di un traditore giustiziato, Mia Corvere è riuscita a scampare per un pelo alla ribellione fallita di suo padre.  Sola e senza amici, si nasconde in una città costruita sulle ossa di una divinità morta, inseguita dal Senato e dagli ex compagni di suo padre. Ma la sua capacità di parlare con le ombre la conduce fino alla porta di un killer in pensione, e verso un futuro che non avrebbe mai immaginato. Ora, Mia è un'apprendista dei più mortali assassini in tutta la Repubblica - La Chiesa Rossa. Se riuscirà a dimostrarsi la migliore tra i suoi compagni in una gara di lama, veleno e arti sottili, sarà introdotta tra le Lame della Signora del Santo Omicidio, e sarà un passo più vicino alla vendetta desiderata. Ma un killer si aggira tra le mura della Chiesa, il sanguinario segreto del passato di Mia ritorna a perseguitarla, e un complotto per far crollare l'intera congrega comincia a spiegarsi tra le ombre che Mia ama così tanto. Riuscirà la ragazza a sopravvivere alla sua iniziazione per compiere così la sua vendetta?
Cosa ne pensate? Io la trovo una trama pazzesca, che mi intriga un sacco!
Tra l'altro, grazie al blog Sunflakes, poiché quella che avevo trovato su Amazon faceva un pietà xD
Personalmente, non vedo l'ora di poter mettere le mani, non dico su tutta la trilogia, quantomeno sul primo volume. Voglio conoscere questo mondo e soprattutto Mia Corvere, voglio scoprire cosa si nasconde dietro la sua vendetta, perché i suoi genitori sono stati uccisi e tutte le domande che questa sinossi ha fatto nascere spero che avranno una risposta! Anche minima, trattandosi di una saga di tre volumi... Come al solito, lasciate un commento qui sotto, se vi va, e fatemi sapere se leggerete questa serie. Se il mio blog vi piace, ma non siete ancora iscritti, non dimenticate di cliccare su "segui", così da non perdervi i post futuri *.* Io per il momento vi saluto e vi mando un grossissimo bacio!
Alla prossima,
Feeling Reading

lunedì 22 luglio 2019

It's time to play #4 | Assassin's Creed Origins - Primi 30 minuti di gameplay & recensione

Buongiorno a tutti, gamers! Con il post di oggi torniamo alle origini della rubrica, con i primi trenta minuti di gameplay di Assassin's Creed Origins. Okay, mi sono accorta solo ora della "battuta", LOL. XD
Ho deciso di parlarvene non solo per dire la mia su un gioco che è stato pesantemente criticato da alcuni gamer, ma anche perché Bayek è stato il mio compagno di avventure negli ultimi mesi, con attualmente ben 153 ore giocate. In realtà questo è il tempo complessivo di gioco compresi i due DLC del Season Pass, di cui non vi parlerò oggi. Questo articolo riguarda esclusivamente il gioco principale. Aaaah, grazie app Ubisoft Club! Mi hai aiutata a rendermi conto di quanto la storia di Origins mi abbia effettivamente coinvolta. Sicuramente il numero di ore salirà ulteriormente, in quanto ho completato la quest principale de La Maledizione dei Faraoni, ma non ho ancora completato il DLC al 100%, a differenza della campagna principale e del DLC Gli Occulti. Ma bando alle ciance, che le cose da dire non sono poche (come al solito, il dono della sintesi non abita nel mio corpo XD). Buona lettura. 


🎮 I PRIMI 30 MINUTI DI GIOCO 🎮

Oasi di Siwa, Egitto. 49 a.C.
L'abbagliante sole del deserto è il silenzioso testimone di un "piccolo" corteo formato da quattro elefanti e svariati soldati. La telecamera si sposta quasi subito su un'aquila in volo, permettendoci di vedere il deserto dall'alto. Seguendo l'aquila, chiamata Senu, vediamo Bayek passeggiare per le strade di Siwa, dove si stanno accalcando tutti per assistere al passaggio del corteo. Mentre Senu si appoggia al braccio del medjay, vediamo arrivare Aya, la moglie di Bayek. Come ci è subito chiaro, tutti conoscono e rispettano il loro medjay, in quanto membro dell'esercito egiziano e, di conseguenza, guardiano d'Egitto. Il corteo arriva finalmente alle porte di Siwa e scopriamo che la persona in visita è il faraone Tolomeo XIII. Dietro di lui si mostrano due figure mascherate e, nel vederle, Bayek s'insospettisce. Subito dopo la scena cambia e, tra le interferenze dell'Animus, vediamo in maniera confusa e frammentaria alcuni ricordi del medjay: gli stessi uomini mascherati, una colluttazione, una lama, Bayek che si oppone a qualcosa e poi più nulla.

mercoledì 3 luglio 2019

Recensione: "La corte di rose e spine" di Sarah J. Maas

Buongiorno a tutti, readers! Come vi avevo preannunciato nella recensione di Vite rubate, ogni tanto potrebbe capitarvi di leggere la mia opinione in merito a qualche libro. Be', quel giorno è arrivato. Muahahahahahahah! XD Purtroppo ultimamente sto leggendo davvero poco e non vi so dire se La corte di rose e spine non mi abbia soddisfatta per il periodo sbagliato o se invece la mia iper-criticità lo avrebbe trovato irritante in ogni caso. Probabilmente la seconda. XD Ma bando alle ciance, scoprirete tutto quello che penso nella mia recensione, nonostante il ritardo. Buona lettura. :)

Titolo: La corte di rose e spine
Autore: Sarah J. Maas
Editore: Mondadori
Pagine: 403
Prezzo: € 16,90
Data d'uscita: 19.03.2019
"Un paio di occhi dorati brillavano nella boscaglia accanto a me. La foresta era silenziosa. Il vento non soffiava più. Persino la neve aveva smesso di scendere. Quel lupo era enorme. Il petto mi si strinse fino a farmi male. E in quell'istante mi resi conto che la mia vita dipendeva da una sola domanda: era solo? Afferrai l'arco e tirai indietro la corda. Non potevo permettermi di mancarlo. Non quando avevo una sola freccia con me." Una volta tornata al suo villaggio dopo aver ucciso quel lupo spaventoso, però, la diciannovenne Feyre riceve la visita di una creatura bestiale che irrompe a casa sua per chiederle conto di ciò che ha appena fatto. L'animale che ha ucciso, infatti, non era un lupo comune ma un Fae e secondo la legge "ogni attacco ingiustificato da parte di un umano a un essere fatato può essere ripagato solo con una vita umana in cambio. Una vita per una vita". Ma non è la morte il destino di Feyre, bensì l'allontanamento dalla sua famiglia, dal suo villaggio, dal mondo degli umani, per finire nel Regno di Prythian, una terra magica e ingannevole di cui fino a quel momento aveva solamente sentito raccontare nelle leggende. Qui Feyre sarà libera di muoversi ma non di tornare a casa, e vivrà nel castello del suo rapitore, Tamlin, che, come ben presto scoprirà la ragazza, non è un animale mostruoso ma un essere immortale, costretto a nascondere il proprio volto dietro a una maschera. Una creatura nei confronti della quale, dopo la fredda ostilità iniziale, e nonostante i rischi che questo comporta, Feyre inizierà a provare un interesse via via più forte che si trasformerà ben presto in una passione dirompente. Quando poi un'ombra antica si allungherà minacciosa sul regno fatato, la ragazza si troverà di fronte a un bivio drammatico. Se non dovesse trovare il modo di fermarla, sancirà la condanna di Tamlin e del suo mondo...
VOTO:
★★½